Residenza Privata Villa Garelli

“Ci sono due cose che possiamo lasciare in eredità ai nostri figli : le radici e le ali”

Proverbio cinese

Opera dell’architetto paesaggista tedesco Xavier Kurten, a cui si deve il merito di aver introdotto il giardino romantico all’inglese in Piemonte e autore del parco di Racconigi, è lo splendido giardino di Villa Garelli a Mondoví. Disegnato a pianta ellittica, ospita delle piante secolari di rara bellezza, come un Cedro del Libano dall’imponente circonferenza di cinque metri, uno dei più antichi della regione e piantato dall’architetto stesso, oltre che un Taxus Baccata di cinquecento anni e due pini corsi. Il giardino è inoltre impreziosito da un viale di noccioli e sulla facciata della villa, risalente al 1890, si arrampica rigogliosa una rosa bianca.